Navigation

FR: rapina alla stazione di Morat; 4 anni agli autori

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 luglio 2011 - 14:13
(Keystone-ATS)

I due autori della rapina a mano armata alla biglietteria della stazione di Morat (FR) nel dicembre 2009 sono stati condannati oggi a una pena di quattro anni di prigione da scontare. Il Tribunale penale del distretto del Lac li ha riconosciuti colpevoli di rapina qualificata nonché, per un altro caso di atti di ordine sessuale con bambini.

Il loro "autista" è stato invece condannato a 18 mesi con la condizionale per complicità a rapina qualificata. Il Tribunale, che ha tenuto l'udienza eccezionalmente a Friburgo, ha confermato l'imputazione di rapina qualificata e non di rapina semplice come chiedeva la difesa dei tre capoverdiani.

Quale circostanza aggravante i giudici hanno sottolineato il sangue freddo di cui hanno dato prova gli imputati nel corso del loro rapido intervento. Nella sentenza ha influito inoltre la brutalità con la quale i due principali accusati hanno costretto un'impiegata delle FFS ad aprire loro la cassaforte, ha spiegato la giudice Sandrine Schaller.

La donna, che si trovava ancora nel locale degli sportelli poco dopo la mezzanotte, era stata imbavagliata e legata ad una sedia, rischiando di rimanere soffocata. Dalla cassaforte erano stati sottratti non meno di 56'000 franchi, di cui soltanto 18'000 sono stati ritrovati.

Per quel che concerne l'autista, il tribunale si è detto convinto che l'uomo fosse al corrente delle intenzioni dei due malfattori, a differenza di quanto aveva affermato durante il processo.

L'impiegata delle FFS ha ricevuto 12'000 franchi di riparazione per torto morale e 14'000 franchi quale indennizzo. La donna, oggi 27enne, era rimasta particolarmente scioccata dall'incidente avvenuto nella notte tra il 29 e il 30 dicembre 2009.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?