Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il futuro centro federale d'asilo di Giffers (foto d'archivio).

KEYSTONE/LUKAS LEHMANN

(sda-ats)

La polizia friburghese vuole accelerare l'indagine relativa agli atti di vandalismo subiti in ottobre dal futuro centro federale d'asilo di Giffers, nel canton Friburgo. Una ricompensa di 5000 franchi è promessa alle persone che forniranno testimonianze "pertinenti".

L'inchiesta ha finora dimostrato che gli autori del sabotaggio appartengono alle sfere degli autonomi di sinistra, riferisce un comunicato odierno. Il sito internet Indymedia aveva pubblicato un testo nel quale l'atto è rivendicato per protestare contro la politica di asilo elvetica.

Il futuro centro, nel quale dovrebbero essere sistemate 250 persone, non potrà aprire i battenti come previsto ancora quest'anno. L'inondazione avvenuta in ottobre, provocata dall'apertura delle condutture dell'acqua e dei lavandini, ha causato danni stimati a circa 800'000 franchi.

Ricavato nell'ex istituto Gouglera, il futuro centro ha suscitato anche la creazione di un movimento - che porta il nome di "IG Gouglera" - il cui obiettivo è di creare una sorta di gruppo di protezione civica "non violento", a disposizione dei cittadini che potrebbero essere importunati nelle vicinanze del centro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS