Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un uomo, sindaco di un comune della Normandia, è stato fermato e posto in stato di detenzione per l'aggressione di giovedì scorso ai danni della deputata della destra, Nathalie Koisciusko-Morizet, che stava facendo campagna elettorale in un mercato parigino.

Lo ha annunciato la radio France Info. La deputata, impegnata in vista del ballottaggio delle politiche in programma domani, era rimasta diversi minuti a terra, poi era stata ricoverata in ospedale con un trauma cranico.

Vincent Debraize - questo il nome del sindaco presunto aggressore - ha 55 anni e, a quanto si è appreso, si è presentato spontaneamente alla polizia parigina che lo stava cercando. Deve rispondere di "violenze premeditate su pubblico ufficiale".

Ufficialmente senza partito, Debraize è il primo cittadino di Champignolles, fra Parigi e la Normandia, un paesino di 40 abitanti. Lavora nel settore privato ed è al secondo mandato da sindaco.

Qualche tempo fa aveva denunciato "l'intollerabile insicurezza" nella sua regione. Era fra i 33 ad aver patrocinato la candidatura dell'ex consigliere di Nicolas Sarkozy, Henri Guaino, alle ultime presidenziali.

Poi, nelle legislative, Guaino era stato sconfitto ed escluso al primo turno proprio dalla Kosciusko-Morizet, sua rivale in una circoscrizione parigina. La reazione di Guaino, che ha annunciato il ritiro dalla politica, era stata violenta: "Questo elettorato fa vomitare".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS