Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un diciottenne è stato condannato oggi dalla giustizia francese a sei mesi di prigione, di cui cinque con la condizionale, per aver esclamato davanti ai poliziotti di essere "100% Kouachi", in riferimento ai due fratelli autori delle stragi contro il settimanale Charlie Hebdo a inizio gennaio a Parigi.

Il diciottenne era alla sbarra per "apologia del terrorismo" e "oltraggio a pubblico ufficiale". È stato inoltre condannato a seguire per due anni un corso di "formazione" o uno "stage di educazione civica".

Da tre settimane era rinchiuso nel carcere di Nizza in attesa di giudizio. Il 9 gennaio, all'indomani dell'assalto contro Charlie, il ragazzo si era rivolto a un gruppo di agenti di guardia davanti al commissariato di L'Ariane, un quartiere sensibile di Nizza, gridando due volte "100% Kouachi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS