Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ingente dispositivo di agenti verrà dispiegato per l'arrivo a Parigi di Donald Trump, in concomitanza con la festa nazionale francese di venerdì.

KEYSTONE/AP/CHRISTOPHE ENA

(sda-ats)

Un dispositivo di sicurezza straordinario - 11'000 fra poliziotti e gendarmi - andrà ad aggiungersi nei prossimi giorni allo schieramento di militari e agenti nelle strade di Francia previsto dallo stato di emergenza.

La visita del presidente americano Donald Trump e in particolare la sua presenza alla sfilata del 14 luglio sugli Champs-Elysées, al fianco del capo dello Stato francese Emmanuel Macron, preoccupano le autorità preposte alla sicurezza.

Le celebrazioni della festa nazionale avverranno in una Parigi blindatissima. Per il prefetto Michel Delpuech, "il contesto indica una minaccia terroristica elevata" e "tutto il personale disponibile sarà mobilitato", comprese le forze speciali della BRI che rimarranno "pronte a intervenire in qualsiasi punto della capitale".

Trump arriverà giovedì e la sua sicurezza è oggetto di "un lavoro condiviso fra squadre americane e francesi". Per il momento è stato deciso che 3500 poliziotti e gendarmi saranno incaricati della sicurezza della sfilata, appoggiati da 2500 pompieri. Sul resto della capitale, saranno schierati quasi altri 3000 agenti. Ogni accesso sarà impedito, gli Champs-Elysées saranno protetti da "barriere o veicoli antiautobomba", ha spiegato Delpuech.

Il prefetto ha pensato anche a un dispositivo antidrone e alla blindatura dello spazio attorno alla Tour Eiffel in cui - la sera del 14 - sono in programma i fuochi d'artificio e un concerto di musica classica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS