Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Ignoti ladri hanno rubato stanotte cinque quadri nel Museo d'Arte Moderna di Parigi, per un valore complessivo che la polizia stima in 500 milioni di euro: sono opere di Picasso, Matisse, Modigliani, Braque e Leger.
Il furto al Museo d'arte moderna della Città di Parigi, che sorge nel XVI arrondissement, al Trocadero, è stato scoperto stamattina prima dell'apertura delle porte dell'edificio. I responsabili della sicurezza del museo hanno constatato la rottura di un vetro e subito dopo hanno trovato un lucchetto tagliato.
Il quadro di Modigliani rubato è "Donna con ventaglio". Gli altri sono "Le pigeon aux petits pois" di Pablo Picasso, "La pastorale" di Henri Matisse, "L'Olivier près de l'Estaque" di Georges Braque e "Natura morta con candelabri" di Fernand Leger.
Secondo Pierre Cornette de Saint-Cyr, commissario delle esposizioni del Palais de Tokyo, l'edificio parigino destinato all'arte contemporanea in cui sorge il Museo d'Arte Moderna della Città di Parigi che ha subito il furto di stanotte, "è stupido rubare quadri così. Si tratta di imbecilli e basta".
"Con quadri del genere non ci si può fare niente - ha detto Cornette de Saint-Cyr alla tv LCI -. Tutti sono già al corrente. I siti Internet sono già pieni di notizie e immagini. Nessuno può pensare di vendere questi quadri. Per questo dico che è stupido rubarli. A meno che non si voglia fare un ricatto alle assicurazioni. Ma io sono convinto che li ritroveremo. Con quadri del genere è così, è successo con L'Urlo di Munch".

SDA-ATS