Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le unità della polizia francese che hanno arrestato l'oligarca kazako Mukhtar Ablyazov hanno usato il furgone dei giardinieri come "cavallo di Troia" per penetrare nella ville-fortezza in Costa Azzurra dopo essersi scambiati gli abiti con gli stessi giardinieri.

Il furgone, avvistato e segnalato da una postazione mimetizzata era infatti stato fermato all'uscita dalla villa dai poliziotti, che, pensavano di trovarci l'oligarca in fuga. Ma gli agenti hanno subito tratto vantaggio da quell' "abbaglio", indossando gli abiti dei giardinieri e facendosi consegnare da loro i passi con i codici di accesso.

Il nuovo dettaglio sull'operazione di polizia che il 31 luglio ha posto fine a quasi 18 mesi di latitanza dell'oligarca, accusato di essersi indebitamente appropriato di 3,9 miliardi di euro della banca kazaka Bta, è rivelato oggi dal quotidiano britannico The Independent, che cita fonti della polizia francese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS