Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il bambino rimasto gravemente ferito ieri a Disneyland Parigi è fuori pericolo. La dinamica dell'incidente, secondo fonti dell'inchiesta, rivelerebbe che il piccolo si è "alzato troppo presto" dalla vettura con la quale si percorrono le varie animazioni dell'attrazione, contravvenendo alle "consegne impartite" attraverso l'altoparlante ai passeggeri.

Il bambino, un francese di nome Iban, 5 anni, soffre di "compressione toracica" ma non è più in pericolo di vita. Si trovava con il padre in una delle navette di "Pirati dei Caraibi" quando è avvenuto l'incidente, attorno alle 16: "secondo i primi accertamenti - rivela una fonte dell'inchiesta - la colpa è del bambino, che si è alzato troppo presto", lasciando il sedile "mentre l'imbarcazione non era ancora ferma". E ciò "nonostante i messaggi che invitano i visitatori a restare seduti fino al fermo completo delle vetture".

A quel punto, Iban è scivolato e si è trovato incastrato fra la navicella e la parete dell'attrazione. Il padre e gli addetti di Disneyland lo hanno rapidamente liberato.

"Pirati dei Caraibi", una delle attrazioni più famose del parco di divertimenti, resta chiusa fino a nuovo ordine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS