Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Sono menzogne, i medici gli hanno assicurato che non ha l'Alzheimer. Se mio marito soffrisse di questa malattia non esiterei a dirlo": Bernadette Chirac, ex première dame di Francia, vuole mettere la parola fine alle voci sulla salute del marito, che alcuni organi di stampa rilanciano ogni tanto nell'approssimarsi del processo contro di lui a marzo per i falsi impieghi al Comune di Parigi.

Ieri è stata la volta del settimanale "Le Journal du Dimanche" a rilanciare l'immagine di uno Chirac con pesanti vuoti di memoria, arrivando ad affermare che proprio Bernadette avrebbe pronunciato la parola 'Alzheimer' con una terza persona: "è una menzogna, è scandaloso", ha detto la moglie dell'ex capo dello stato ai microfoni di Europe 1.

Secondo l'ex première dame, suo marito "non è più esattamente quello di una volta", ogni tanto ha qualche problema "di deambulazione, di udito, talvolta di memoria" e che non si sa se tutto ciò può essere legato ad un problema vasco-cerebrale che lo colpì alcuni anni fa.

Quanto al processo, e alle speculazioni sul fatto che Chirac potrebbe "darsi malato", Bernadette aggiunge che lui "ha sempre detto di voler essere trattato come un cittadino qualunque. Ha detto che andrà al suo processo e lo farà".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS