Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Cinque giovani donne francesi, quattro delle quali minorenni, sono state incriminate per violenza carnale su una ventinovenne di Lille, nel nord del Paese, durante un'azione punitiva motivata da una rivalità in amore.
La più anziana delle aggreditrici, 27 anni, accusava la vittima di averle rubato il fidanzato. Per questo, nella notte tra il 19 e il 20 agosto, ha convinto le compagne a seguirla in una spedizione punitiva contro l'abitazione della ventinovenne, che è stata aggredita e seviziata per diverse ore, e poi stuprata con un oggetto, mentre la casa era sottoposta a un "vero e proprio saccheggio". Il solo a essere risparmiato è stato il figlio della vittima, di appena due anni, che si trovava nell'appartamento al momento dei fatti.
Due delle accusate, tra cui l'unica maggiorenne, si trovano in detenzione provvisoria in attesa del processo, mentre le altre tre sono in libertà condizionata. Sono sotto accusa per stupro collettivo, furto e violenza aggravata, secondo quanto riferiscono fonti giudiziarie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS