Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aver ripetutamente imitato il verso della gallina in Parlamento mentre una collega ecologista stava facendo il suo intervento è costato al deputato francese Philippe Le Ray (destra Ump) una sanzione pari a un quarto dello stipendio del mese. Lo ha deciso la conferenza dei presidenti dei gruppi parlamentari dell'Assemblea nazionale, con voto unanime.

Durante un dibattito sulle pensioni che si teneva ieri sera in Parlamento, Le Ray, deputato della destra Ump, si è messo a fare il verso della gallina mentre parlava la Verde Véronique Massonneau.

"La smetta, non sono una gallina", ha protestato irritata la deputata. Una conferenza dei presidenti dei gruppi parlamentari è stata appositamente convocata nel pomeriggio di oggi. Le deputate della maggioranza hanno deciso di arrivare tutte in ritardo per protestare contro l'insulto a sfondo sessista.

Mentre i colleghi di sinistra le accoglievano con applausi, la maggior parte dei deputati della destra hanno lasciato furiosi l'aula per alcuni minuti. "Non è la prima volta che dobbiamo far fronte al maschilismo. Questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso", ha denunciato la deputata Catherine Coutelle davanti ad un alcuni giornalisti, prima di entrare in Assemblea.

Il presidente del gruppo Ump, Christian Jacob, ha riconosciuto "uno spiacevole incidente", ma ha anche accusato Claude Bartolone, presidente socialista dell'Assemblea, di aver montato "una buffonata". Altri hanno criticato la "strumentalizzazione politica della causa femminile". Secondo alcune fonti interne all'Ump, sembra che Le Ray abbia chiamato la Massonneau per chiederle scusa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS