Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Brutta avventura a Parigi per una famiglia disagiata, espulsa dal museo d'Orsay perchè alcuni visitatori si sono lamentati del loro "cattivo odore": a rendere noti i fatti è stato un volontario dell'associazione ATD, Agire per tutti e per la dignità.

La coppia, con un figlio, è stata pregata di allontanarsi da alcune guardie del museo mentre si trovavano nella sala dei Van Gogh. Sempre in compagnia del giovane volontario, hanno quindi tentato di visitare la sezione Art Nouveau. Ma anche qui la scena si è ripetuta: le guardie hanno intimato ai tre di lasciare il museo avanzando motivi di igiene.

Il giovane volontario aveva deciso di ripetere l'esperienza fatta lo scorso dicembre grazie all'iniziativa della ministra della Cultura, Aurelie Filippetti, con il titolo: "La cultura è un vettore di lotta contro la disuguaglianza". All'epoca la ministra aveva invitato 400 persone in difficoltà, aiutate da associazioni umanitarie come Emmaus, a visitare alcune mostre della capitale, da Dalì al Centro Pompidou a Hopper al Grand Palais. Il Museo d'Orsay si è detto "dispiaciuto" per l'incidente e per la "goffaggine" delle sue guardie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS