Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo francese intende rivolgersi alla giustizia per "apologia di crimini contro l'umanità", dopo le parole del deputato centrista dell'Udi, Gilles Bourdoulieux, che domenica, nel corso di un sopralluogo in un campo illegale di Cholet, ha detto che "forse Hitler non ha ucciso abbastanza" rom. Le parole di Bourdoulieux sono "inammissibili", ha detto oggi il ministro dell'Interno, Manuel Valls, sottolineando che il deputato va "sanzionato molto pesantemente dalla giustizia".

Da parte sua, il premier Jean-Marc Ayrault ha osservato che le parole di Bourdouleix "sono indegne di un parlamentare della Repubblica", oltre ad essere "punibili dalla legge". Il premier, ha poi auspicato l'Udi, "si assuma tutte le responsabilità perché è un comportamento inammissibile". In questo contesto, il segretario generale del partito Jean-Christope Lagarde, ha detto che l'espulsione del parlamentare è ormai acquisita e verrà formalizzata domani. Nel fiume di commenti su Twitter, c'è anche quello della Premiere Dame di Francia, Valérie Trierweiler, che ha ripreso a cinguettare per denunciare le "parole intollerabili" di Bourdoulieux.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS