Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continua la battaglia del governo francese contro gruppi e associazioni militanti di estrema destra. Il Consiglio dei ministri, riunito oggi a Parigi con il presidente François Hollande, ha annunciato lo scioglimento di "Troisième voie", "Jeunesses nationalistes révolutionnaires" (JNR) e dell'associazione "Envie de rêver", ha annunciato la portavoce del governo, Najat Vallaud-Belkacem.

Le tre strutture - di cui alcuni simpatizzanti erano coinvolti nella morte del giovane militante di estrema sinistra Clement Meric a Parigi - "avevano delle caratteristiche di milizia privata" e incitavano alla "discriminazione e all'odio", ha spiegato la portavoce. Cinque persone, tra cui una donna, che gravitavano nei movimenti skinhead di estrema destra, sono finiti nel registro degli indagati dopo la tragica rissa del 5 giugno a Parigi, che ha portato alla morte di Meric.

Il principale accusato è Esteban Morillo, 20 anni, simpatizzante di Troisième voie e della JNR. I due movimenti sono guidati da Serge Ayoub, 48 anni, ex capo degli skinhead parigini di estrema destra. Mentre l'associazione "Envie de rêver" gestisce "Le Local", un locale privato del XV arrondissement di Parigi, che serviva come punto d'incontro a Troisième voie. Il 25 giugno, quando questi gruppi finirono nel mirino del governo, Serge Ayoub annunciò l'auto-scioglimento delle due strutture.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS