Navigation

Francia: incendio in centro per immigrati, sette morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2010 - 18:20
(Keystone-ATS)

LIONE - Sette persone sono morte e undici sono rimaste gravemente ferite la scorso notte in un incendio scoppiato in un centro per lavoratori immigrati a Digione, nella Francia centro-orientale, a un'ottantina di chilometri dalla Svizzera. Lo ha indicato la prefettura.
Tra i feriti in condizioni preoccupanti, precisa la stessa fonte, ci sono anche quattro bambini.
Sei delle sette vittime, spiega sempre la prefettura, sono morte asfissiate, mentre la settima è rimasta uccisa nel tentativo di fuggire saltando da una finestra al settimo piano. Tre erano di nazionalità francese, due senegalesi, una algerina e una vietnamita; erano di età compresa fra i 40 e i 60 anni.
L'edificio che ospitava gli alloggi per lavoratori immigrati è al momento interamente inagibile. Gli occupanti sopravvissuti all'incendio sono momentaneamente ospitati nel palazzo dello sport di Digione, dove è attiva una cellula d'accoglienza in caso di emergenza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?