Navigation

Francia: incendio in un stabilimento chimico a Rouen

Un'immagine pubblicata su Twitter mostra un'enorme nuvola di fumo denso e nero nonché fiamme. Keystone/AP @JulietteChrl/@JULIETTECHRL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2019 - 11:41
(Keystone-ATS)

Un incendio di vaste proporzioni è divampato nella notte in uno stabilimento chimico della società Lubrizol a Rouen, nel nord-ovest della Francia.

Lo stabilimento produce additivi per lubrificanti ed è catalogato in base alla Direttiva europea come "Seveso", quindi ad alto rischio a causa delle materie prime utilizzate, tanto da costringere le autorità a chiedere ai residenti di Rouen e di almeno 12 comuni nelle vicinanze di non uscire di casa, riferiscono diversi media francesi. Le autorità hanno inoltre evacuato un perimetro di 500 metri. Non si lamentano al momento feriti.

Le fiamme sono divampate in uno stabilimento di stoccaggio merci e non di trasformazione dei prodotti, per questo le molecole depositate nei dintorni dalla densa nube nera - analizzate - non hanno evidenziato potenziali rischi.

"A bruciare sono degli additivi per olio e il risultato è impressionante, ma non c'è alcuna tossicità acuta sulle principali molecole esaminate", ha comunicato il prefetto della Normandia Pierre-André Durand dopo i primi prelievi. "Continuiamo a lottare contro il fuoco con un rischio di inquinamento della Senna per straripamento dei bacini di ritenzione", ha avvertito.

La "priorità delle priorità" dei soccorsi attualmente dispiegati per domare l'incendio è "proteggere le sostanze pericolose" per "evitare il rischio di un secondo incidente", ha dichiarato al canto suo il responsabile dei pompieri della Seine-Maritime Jean Yves Lagalle. Sul posto sono impegnati 150 vigili del fuoco.

Ignote al momento le cause dell'incendio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.