Navigation

Francia: maxi-sgombero a Calais, evacuati 700-800 migranti

Il campo migranti denominato "La giungla" a Calais (foto d'archivio). Keystone/EPA/STEPHANIE LECOCQ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2020 - 14:12
(Keystone-ATS)

Le forze dell'ordine hanno proceduto questa mattina a Calais, nel nord della Francia, allo sgombero di un campo migranti in cui vivevano tra le 700 e le 800 persone, la più importante operazione di questo tipo dall'evacuazione della "giungla" nel 2016.

L'operazione è cominciata nella calma verso le sette del mattino nel settore chiamato la "Lande de Virval", intorno all'ospedale di Calais, presidiato dalle forze dell'ordine.

"Vogliamo evitare ogni concentrazione o nuovo punto di assembramento stabile a Calais e questa zona di Virval verrà resa inaccessibile. Studiamo con il sindaco di Calais ciò che sarà possibile fare", ha dichiarato il prefetto, Louis Le Franc, affermando che questa evacuazione è stata la più "importante" dallo "sgombero" della cosiddetta "giungla" di Calais tra il 2015 e il 2016.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.