Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Antisemitismo ancora molto intenso ma azioni antimusulmane triplicate nel 2015 in Francia, anno tragico per il terrorismo nel paese sullo sfondo della cosiddetta "guerra santa" islamica.

Il ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve, ha riassunto al quotidiano cattolico La Croix le tendenze dell'anno appena trascorso. Esso ha visto "una diminuzione del 5% degli atti antisemiti", che restano tuttavia "a un livello elevato, 806", mentre quelli antimusulmani sono triplicati e si sono attestati "attorno ai 400".

Secondo il presidente dell'Osservatorio nazionale contro l'islamofobia, Abdallah Zekri, il bilancio preciso è stato di 429 tra azioni e minacce, un "picco" assoluto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS