Navigation

Francia: morta Jacqueline de Romilly, insigne ellenista

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 dicembre 2010 - 12:35
(Keystone-ATS)

PARIGI - La storica e filologa francese Jacqueline de Romilly, insigne specialista della civiltà e della lingua greche, è morta ieri a Parigi all'età di 97 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dal suo editore Bernard de Fallois.
È stata la prima donna a entrare nel prestigioso Collège de France (nel 1973) e la seconda donna eletta all'Académie Française (nel 1989, in sostituzione della scrittrice Marguerite Yourcenar). Socio straniero corrispondente dell'Accademia di Atene, aveva ottenuto per eccezionali meriti culturali la nazionalità greca nel 1995 ed era stata nominata ambasciatrice dell'ellenismo nel 2000.
Nata a Chartres il 26 marzo 1913, dopo gli studi all'Ecole Normale Superieure di Parigi, Jacqueline de Romilly ha insegnato storia e letteratura greca a Bordeaux e Montpellier e successivamente a Lille, prima della nomina nel 1957 alla cattedra di lingua e letteratura greca dell'Università La Sorbona di Parigi. Nel 1941 fu sospesa dalle sue funzioni di insegnante dal regime di Vichy perché di origini ebraiche. Nel 1973 ottenne la cattedra di greco ed evoluzione del pensiero politico e morale al Collège de France. È autrice di numerose opere, molte delle quali tradotte in italiano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?