Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex premier François Fillon.

Keystone/EPA/PIERRE CONSTANT / POOL

(sda-ats)

Si fa sempre più difficile il cammino del candidato della destra François Fillon verso l'Eliseo. Alle accuse di falso impiego della moglie si aggiungono quelle di aver incassato 7 assegni da 3000 euro l'uno spettanti alla remunerazione di assistenti parlamentari.

Secondo il settimanale Le Journal du Dimanche e il sito Mediapart, Fillon ha incassato i 7 assegni di dubbia provenienza (21'000 euro in totale) fra il 2005 e il 2007, quando era senatore. Successivamente sono stati versati da un'associazione da tempo nel mirino della giustizia.

Nello scandalo sono già sotto inchiesta diversi senatori, una sessantina. Il sistema di appropriazione indebita di fondi parlamentari sarebbe durato dal 2003 al 2014.

Fillon non è stato indagato perché le indagini riguardano soltanto i reati commessi a partire dal 2009, mentre l'ex premier lasciò il Senato nel 2007.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS