Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Secondo le ultime stime di Pole Emploi, l'agenzia di collocamento francese, la disoccupazione in Francia salirà fino al 9,8% da qui alla fine del 2010, portando al superamento della soglia psicologica di 4 milioni di persone in cerca di impiego.
Ciononostante, dicono le stesse stime, nel secondo semestre la creazioni di posti di lavoro dovrebbe riprendere, tanto che dal 2011 il tasso di disoccupazione dovrebbe cominciare, lentamente, a scendere, toccando il 9,6% a fine anno.
Queste stime, precisa Pole Emploi, si basano su una previsione di crescita del Pil dell'1,4% nel 2010 e dell'1,5% nel 2011.
Nel frattempo, una notizia positiva per l'occupazione arriva dal settore industriale privato francese, che nel primo trimestre 2010 ha fatto segnare, per la prima volta dall'inizio del 2008, un aumento dei posti di lavoro dello 0,2%. Lo riferisce l'istituto statistico nazionale Insee, precisando che tale aumento corrisponde a 27.900 impieghi in più.

SDA-ATS