Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un fotomontaggio che paragonava la ministra della giustizia francese Christiane Taubira a una scimmia rischia di costare caro a un'ex candidata del Front National (FN), la 33enne Anne-Sophie Leclere, capolista nelle municipali dell'aprile scorso in un paesino delle Ardenne.

Su denuncia di un movimento locale, il tribunale di Cayenne, in Guyana francese, terra d'origine della Taubira, l'ha condannata a nove mesi di reclusione e un'ammenda di 50'000 euro, uniti a cinque anni di ineleggibilità a cariche pubbliche, per ingiurie razziste, aggiungendo una condanna di 30'000 euro per il partito di cui era rappresentante.

Un verdetto molto severo, andato anche oltre le richieste dell'accusa, contro cui l'ex militante e il partito hanno subito annunciato l'intenzione di fare appello.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS