Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il parlamento francese ha adottato oggi il progetto di legge anti-jihad, che punta a bloccare il flusso di cittadini che partono per arruolarsi in Siria, e a tenerli sotto controllo al loro eventuale rientro in Francia, per evitare che commettano atti terroristici.

Il testo presentato dal ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve, la cui lettura all'Assemblea nazionale è cominciata lunedì scorso con una procedura accelerata (una lettura per camera), prevede tra l'altro l'introduzione di un nuovo reato di "impresa terroristica individuale" e il "divieto amministrativo" di lasciare il Paese per sei mesi (rinnovabili), con la confisca di carta d'identità e passaporto.

Il testo prevede inoltre di bloccare i siti web che fanno apologia del terrorismo, se il responsabile non ritira le pagine 'incriminate' in 24 ore. Il progetto di legge è stato sostenuto dall'insieme dei gruppi politici, ad eccezione degli ecologisti che si sono astenuti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS