Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Il parroco era ubriaco, non stava in piedi e - in pieno funerale - si è scagliato contro uno dei suoi parrocchiani che voleva aiutarlo a rialzarsi da terra e lo ha colpito con un pugno in faccia: l'episodio, che ha provocato l'indignazione dei familiari della defunta e dell'arcivescovado, è accaduto a Saint-Jean de Muret, vicino a Tolosa, sud-ovest della Francia.
"Il parroco barcollava - racconta Gerard Tillier, fratello della morta - gli abbiamo detto che non poteva celebrare le esequie in quello stato. Allora se ne voleva andare in macchina ma non gliel'abbiamo permesso. Si è messo a correre ed è caduto in terra, un amico di mio nipote ha provato a rialzarlo ma lui gli ha dato un cazzotto in faccia. Un parroco che picchia uno dei suoi fedeli non s'era mai visto. E che si presenta ubriaco, poi, non ne parliamo".
I familiari della defunta hanno chiamato i gendarmi, che hanno subito fermato il sacerdote, padre Bonaventura, 46 anni, nato in Burkina Faso. Aveva 2,2 grammi di alcol nel sangue. Per lui, non si parla di arresto dal momento che nessuno ha sporto denuncia.

SDA-ATS