Navigation

Francia: partito anti-minareti ammesso a regionali

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2010 - 22:06
(Keystone-ATS)

BESANCON - Una lista locale di estrema destra che come programma si oppone alla costruzione dei minareti è stata ammessa alle elezioni regionali che si terranno in marzo in Francia.
La lista, presentata nella regione nella Franca Contea, al confine con la Svizzera, formata da alcune liste di destra e chiamata "La ligue comtoise-Non aux minarets" (Lega della Franca Contea-No ai minareti) è stata ammessa dalla prefettura di Besancon in quanto giudicata "conforme alle norme elettorali". Questo malgrado molti ricorsi contro la sua ammissione da parte di cittadini che sostenevano fosse "contraria ai valori della repubblica". Già in Lorena è registrata una lista "No ai minareti", espressione del partito di destra Mouvement national republicain (Mnr).
Lo scorso 29 novembre in Svizzera ha vinto il sì (57,5%) in un referendum per la proibizione di costruire nuovi minareti.
Pochi giorni dopo un sondaggio eseguito in Francia dall' Istituto Ifop per Le Figaro ha mostrato che il 46% delle persone intervistate si dice favorevole al divieto dei minareti, il 40% appoggia invece la loro costruzione, e il 14% non si esprime. Per quanto riguarda invece la costruzione di moschee, il 41% è contro, il 19% a favore, il 36% si dice indifferente e il 4% non si pronuncia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.