Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Francia istituirà un controllo alle frontiere per un mese, in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sul clima che si svolge a Parigi dal 30 novembre all'11 dicembre (COP21): lo ha annunciato il ministro dell'Interno, Bernard Cazeneuve.

La misura, già anticipata dai media, non rappresenta nel modo più assoluto - secondo Cazeneuve - una "sospensione del trattato di Schengen, che prevede in uno dei suoi articoli la possibilità per gli stati" di ripristinare un controllo alle frontiere "in circostanze particolari, come la COP21".

Il ministro ha parlato - ai microfoni di Bfm e Rmc - di "un contesto di minacce terroristiche o di rischio di turbativa dell'ordine pubblico".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS