Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Clamorosa svista delle autorità di Francia e Spagna nelle indagini per l'assassinio di un poliziotto francese attribuito all'Eta: Parigi e Madrid hanno dovuto ammettere oggi di aver scambiato degli innocui vigili del fuoco catalani, in viaggio di formazione in Francia, per dei pericolosi militanti del movimento separatista basco.
I cinque pompieri, giunti in Francia per uno stage di arrampicata, erano stati filmati da telecamere a circuito chiuso mentre facevano la spesa in un supermercato di Dammarie-les-Lys, il comune della regione parigina dove martedi sera è stato ucciso un agente della polizia francese. I vigili del fuoco spagnoli erano stati scambiati per terroristi dell'Eta dagli investigatori di Parigi e Madrid. Questi ultimi avevano addirittura creduto di individuare fra di loro il numero uno dell'organizzazione.
Il video era stato diffuso ai media, nella speranza di rintracciare dei testimoni. Avvertiti da alcuni amici, i pompieri catalani si sono presentati spontaneamente alla polizia per chiarire l'equivoco.
Uno di loro ha espresso il suo disappunto alla Radio nazionale spagnola (Rne): "Ciò che mi secca - ha affermato - é che siamo stati visti su internet e che ci hanno trattato da militanti dell'Eta e non da presunti militanti dell'Eta. Siamo di fronte ad accuse gratuite".
"Avremmo potuto fare di meglio", ha ammesso il ministro dell'Interno spagnolo, Alfredo Perez Rubalcaba. La numero due del governo di Madrid, Maria Teresa Fernandez de la Vega, ha riconosciuto una "confusione" rispetto al video.
Il direttore generale della polizia francese, Frederic Pechenard, ha garantito che, anche se per la polizia " si tratta di una delusione", l'errore nelle indagini "non rimette in alcun modo in discussione il coinvolgimento dell'Eta" nella vicenda. Inoltre, ha aggiunto, l'avviso di ricerca internazionale lanciato ieri resta valido: oltre ai cinque pompieri citati per errore, sono state diffuse le foto di due terroristi dell'Eta. Fernandez de la Vega ha assicurato che presto o tardi i terroristi saranno rintracciati: "Li ritroveremo, non c'é nessuna scappatoia possibile".
I funerali dell'agente, Jean-Serge Nerin, 52 anni, si terranno martedì prossimo alla presenza del presidente francese Nicolas Sarkozy e del premier spagnolo, Jose Luis Rodriguez Zapatero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS