Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - La radio pubblica francese France Inter ha licenziato due dei suoi umoristi piu' noti, Stephane Guillon e Didier Porte, dopo ripetute polemiche sulle loro satire al vetriolo sul governo e sui vertici dell'emittente.
"Lo humour non deve essere appannaggio di piccoli tiranni" ha commentato in un'intervista al sito di Le Monde l'amministratore delegato del gruppo Radio France, Jean-Luc Hess, dopo l'annuncio dell'allontanamento di Guillon. "Se l'umorismo si riassume in insulti, non posso tollerarlo, per gli altri ma anche per me stesso".
Gli irriverenti resoconti satirici di Guillon sono uno dei programmi radiofonici piu' ascoltati e scaricati di Francia, ma sono spesso stati attaccati da personaggi eccellenti come ad esempio il ministro dell'Immigrazione Eric Besson, dopo che era stato preso in giro per il suo aspetto fisico, o il direttore del Fmi e possibile futuro candidato all'Eliseo Dominique Strauss-Kahn, sbeffeggiato per la sua reputazione di seduttore.
Anche Didier Porte era stato piu' volte oggetto di rimproveri dai vertici di France Inter e critiche dal mondo politico, ultima in ordine di tempo quella del ministro dell'Industria Christian Estrosi.

SDA-ATS