Navigation

Francia, ritirata proposta età equilibrio su pensioni

Le proteste sono proseguite anche oggi. KEYSTONE/EPA/GH bjw sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 gennaio 2020 - 18:21
(Keystone-ATS)

Il governo francese ha annunciato il ritiro "provvisorio" dal progetto di legge per la riforma delle pensioni del punto che creava più problemi con i sindacati, l'instaurazione di un'età di equilibrio a 64 anni per ottenere la pensione a tasso pieno.

L'esecutivo, si legge in una lettera del primo ministro francese Edouard Philippe inviata oggi alle organizzazioni sindacali e imprenditoriali, è "disposto a ritirare" provvisoriamente l'età di equilibrio a 64 anni dal progetto di legge sulla riforma delle pensioni, pur mantenendo il principio di un'età di equilibrio.

La CFDT, sindacato maggioritario in Francia e di orientamento moderato, "plaude" alla decisione del governo.

Domani, per la prima volta dopo 38 giorni, "tutte le linee della metropolitana di Parigi e le RER A e B saranno aperte almeno parzialmente", ha annunciato la direzione dei trasporti metropolitani, RATP, dopo che il governo ha fatto sapere di voler ritirare dalla riforma delle pensioni gli articoli sull'età di equilibrio.

Per il sindacato CGT sono 150'000, meno della metà di quelli annunciati dalla stessa organizzazione giovedì scorso, i manifestanti oggi a Parigi contro la riforma delle pensioni. I black bloc hanno provocato incendi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.