Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 150 detonatori e una grande quantità di esplosivi al plastico e granate sono stati sottratti da un sito militare nel sud della Francia, nel dipartimento delle Bouches-du-Rhône.

I ladri sono penetrati all'interno dell'area militare tagliando la griglia, spiegano fonti vicine all'inchiesta. Secondo BFM-TV, il furto, di cui si ignora ancora la data, riguarderebbe il deposito di munizioni della caserma di Miramas.

Secondo quanto rivela la radio Europe 1, nella notte tra domenica e lunedì un gruppo di individui è riuscito a introdursi nel sito militare di Mriamas, nei pressi di Marsiglia, e a sottrarre 180 detonatori, una decina di panetti di plastico e alcune granate.

Il sito di Miramas, precisa la radio, è un centro logistico e di stoccaggio materiale per le operazioni all'estero, soprattutto in Africa, costituito da decine di edifici isolati da ampie misure di sicurezza. La sua superficie supera i 250 ettari, ed è interamente circondata da due file di cancellate, ma prive di telecamere di videosorveglianza.

Secondo le prime verifiche, sono almeno nove gli edifici forzati dai ladri che, sottolineano fonti di polizia citate sempre da Europe 1, erano "ben informati", probabilmente ex militari o comunque persone che conoscono bene il luogo. Al momento non ci sono piste investigative privilegiate, ma tra le ipotesi al vaglio degli investigatori ci sono il grande banditismo e la criminalità organizzata, molto presenti e attivi nell'area di Marsiglia, o il terrorismo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS