Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, sarebbe annoiato: Carla Bruni è preoccupata che suo marito, l'iper-presidente, lontano dalla politica e dai riflettori, si stia deprimendo. Lo raccontano al settimanale "Le Nouvel Observateur", alcuni amici della coppia.

A Sarkozy, in questo momento, mancherebbero l'azione e la politica: "si sta girando i pollici", dice una fonte del suo entourage. Per tenersi occupato e non pensare al vuoto della sua agenda, passa ore al telefono con i suoi ex-collaboratori, programma ripetuti viaggi, dal Marocco al Canada, intervallati da appuntamenti mediatici (come l'anteprima del film del filosofo e amico Bernard-Henri Levy o il pranzo con la leader birmana Aung San Suu Kyi) e ha già preso possesso dei suoi nuovi uffici vicino all'Eliseo, in rue Miromenil a Parigi.

Lo scorso 2 luglio ha partecipato anche al suo primo Consiglio costituzionale mentre oggi ha organizzato un pranzo di lavoro con il suo ex ministro dell'Interno e consigliere, Brice Hortefeux, e con il segretario generale del suo partito, l'Ump, Jean-Francois Copé, i quali lo trovano invece "in forma, e senza apparenti segni di depressione". Nel fine settimana l'ex presidente si recherà in Costa Azzurra, nella villa della famiglia di Carla, a Cap-Nègre. E c'è in progetto la pubblicazione di un libro.

L'ex "première dame" sarebbe invece più serena dopo la partenza dall'Eliseo, lontana dalle tensioni quotidiane e dai giornalisti, e si sta concentrando sul suo nuovo album che uscirà in autunno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS