Navigation

Francia: sciopero, nuovo lunedì nero, domani manifestazione

Viaggiatori abbandonati al proprio destino in Francia. KEYSTONE/AP/CHRISTOPHE ENA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 dicembre 2019 - 11:15
(Keystone-ATS)

Nessuna trattativa per il momento, fra il sindacato dei trasporti - che blocca la Francia dal 5 dicembre per protesta contro il progetto di riforma delle pensioni - e il governo, mentre Parigi e tutto il Paese sono alle prese oggi con un nuovo lunedì nero.

Questa mattina ben 630 chilometri di code sono state registrate nell'Ile-de-France, treni e metropolitane sono quasi del tutto assenti mentre l'esasperazione cresce nelle strade a poco più di una settimana da Natale.

Nonostante quanto annunciato la scorsa settimana, nessun incontro fra il governo e i sindacati è programmato oggi, né domani, giornata in cui è in cartellone invece una nuova manifestazione a Parigi. Per venerdì è fissata la tradizionale partenza per le vacanze di Natale e il 55% dei francesi, stando a un sondaggio, definisce "inaccettabile" che i trasporti non funzionino in queste giornate.

Il governo, secondo i media francesi, punta sempre a portare dalla sua parte i riformisti del sindacato CFDT - favorevoli comunque a una tregua per Natale - e a trarre vantaggio dalla pressione dell'opinione pubblica sugli scioperanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.