Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora una volta il settimanale satirico ha lasciato il segno.

(sda-ats)

Liliane Bettencourt, Bernard Arnault, Christiane Guerlain... il Canard Enchainé pubblica oggi una lista dei 50 contribuenti più ricchi di Francia che nel 2015, in modo assolutamente legale, hanno goduto di uno sconto fiscale.

Gli sconti interessano l'Isf, la tassa di solidarietà sul patrimonio. Un'iniziativa che per lo Stato rappresenta oltre 199 milioni di euro di mancati introiti.

Durissima la reazione del ministero delle finanze, che ha immediatamente annunciato una denuncia contro il settimanale satirico per "violazione del segreto fiscale". "Sono fatti di estrema gravità", denuncia il ministro delle Finanze, Michel Sapin, dicendosi "indignato" per le rivelazioni del Canard.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS