Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In un'elezione parziale nel Doubs (Dipartimento che confina con la Svizzera) il Partito socialista francese ha ottenuto una vittoria politicamente cruciale, seppur per una manciata di voti, contro la candidata del Front National (estrema destra).

L'elezione si è giocata su pochi suffragi, e il socialista Frédéric Barbier se l'è aggiudicata con circa il 52% dei voti contro il 48% (rispettivamente con 13'003 suffragi contro 12'581).

In gioco nell'elezione, che al primo turno aveva visto la clamorosa eliminazione della destra UMP, v'era il posto vacante lasciato dal deputato Pierre Moscovici (PS), dimissionario dopo la nomina a commissario europeo.

Frédéric Barbier, fedele comprimario socialista, ha quindi tenuto duro. Nessuno lo aveva considerato per la vittoria finale. "Abbiamo vinto ma non possiamo vantarcene", ha ammesso Barbier modestamente e realisticamente. Mentre Marine Le Pen ha masticato amaro: "i socialisti hanno vinto di un soffio, ma il grande vincitore di questa elezione è il Front National. Abbiamo aumentato i nostri voti di 25 punti rispetto al 2012, il PS soltanto di 2".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS