Navigation

Francia: Strauss-Kahn interrogato martedì in stato di fermo

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2012 - 13:43
(Keystone-ATS)

L'ex direttore del Fondo monetario internazionale, Dominique Strauss-Kahn, sarà interrogato martedì sulla vicenda delle escort dell'hotel Carlton di Lille, nel nord della Francia. Secondo quanto si apprende da fonti vicine all'inchiesta, l'interrogatorio si svolgerà con il sospetto in stato di fermo.

L'ex favorito alle presidenziali per il partito socialista, finito in carcere negli Stati Uniti lo scorso 14 maggio con l'accusa di aver stuprato una cameriera dell'hotel Sofitel di New York, arriverà in una caserma di Lille spontaneamente, dal momento che ha chiesto lui stesso e ripetutamente, di essere interrogato sulla vicenda. Secondo il quotidiano locale La Voix du Nord, DSK sarà però posto per 48 ore in stato di fermo.

Strauss-Kahn dovrà fornire agli inquirenti la sua versione sugli incontri con ragazze nella regione di Lille, a Parigi e in mezza Europa, oltre agli Stati Uniti dove le escort venivano portate da un noto organizzatore di incontri a luci rosse della zona.

DSK dovrà spiegare anche la natura dei rapporti controversi che ha avuto con uno dei dirigenti del gigante dell'edilizia Eiffage, David Roquet, e di un altro imprenditore del settore paramedico, Fabrice Paszkowski, i quali finanziavano le trasferte delle ragazze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?