Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Lascio per un disaccordo politico di rilievo": lo ha detto la ministra della Giustizia, Christiane Taubira, che oggi si è dimessa dal governo francese per la sua opposizione ad alcune misure antiterrorismo.

Fra queste c'è l'ipotesi di revocare la nazionalità a quei cittadini con doppio passaporto (francese e di un altro Paese) che si macchiano di reati legati al terrorismo.

"Non dobbiamo concedere nessuna vittoria, neanche simbolica, ai terroristi", ha avvertito Taubira, sottolineando l'esigenza di restare fedeli ai fondamentali valori della République: libertà, eguaglianza e fraternità.

"Le fondamenta sono sufficientemente profonde, sufficientemente robuste, per resistere al tempo, agli incidenti e alle tragedie.Ecco perché, fedeli (al poeta e uomo politico della Martinica francese, ndr.) Aimé Césaire, non consegneremo il mondo agli assassini dell'alba", ha concluso la ministra prima di cedere il testimone al suo successore, Jean-Jacques Urvoas.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS