Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una fuga in pieno congresso socialista, nel cuore del dibattito, per andare a seguire la sua squadra del cuore, il Barcellona, alla finale di Champions League di Berlino.

La "scappatella" di Manuel Valls, premier tifoso, rischia di costare cara al governo, investito dalle polemiche. Alle casse dello Stato sarebbe costata 14.000 euro.

Andata e ritorno per la sfida con la Juve, a bordo del Falcon di Stato che spetta in Francia al presidente e al premier non è piaciuta né all'opposizione né ai militanti socialisti riuniti a Poitiers, nel centro della Francia.

Il viaggio, secondo quanto si è appreso, era autorizzato: "Se è a titolo privato - assicura René Dosiere, parlamentare socialista specialista in spese dello Stato - l'utilizzatore rimborserà secondo una tabella forfettaria".

Valls ha sostenuto che si è trattato di una trasferta nell'ambito delle sue funzioni, accennando a una riunione di lavoro con il presidente Uefa Michel Platini in cui si sarebbe parlato di crisi della Fifa e di Europei del 2016 che si giocheranno in Francia. E di aver poi unito l'utile al dilettevole: "Amo il calcio - ha spiegato - e ho assistito a una bellissima partita".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS