Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Francia: vittima stupro viene cacciata da scuola cattolica

Esclusa dalla scuola dopo essere stata vittima di un'aggressione sessuale a Berlino: non hanno avuto pietà i responsabili di una scuola privata cattolica di Thionville, in Francia, che di ritorno da una gita scolastica, hanno deciso di cacciar via la ragazza, colpevole di non aver rispettato il 'coprifuoco' notturno. Un regolamento di buona condotta, firmato da studenti e genitori, ricordava infatti ai 50 alunni di non uscire dalla loro stanza dopo le 22, né consumare alcol.

"Gli studenti dormivano in un'ostello berlinese, non avevano un piano riservato per loro", spiega Frédéric Richard-Maupillier, il legale della famiglia, citato dal quotidiano Le Figaro. Quella sera, Manon e altre ragazze decidono di uscire nel corridoio, dove incrociano un polacco di 18 anni, che avevano conosciuto la mattina stessa. Quest'ultimo riesce a portarle in camera sua, dove ci sono altri tre amici. I ragazzi offrono dei bicchieri di vodka alle francesi e aggrediscono sessualmente Manon.

Al ritorno a Thionville, la scuola decide di convocare un consiglio disciplinare per sanzionare le adolescenti. "Tre studentesse sono state escluse definitivamente per aver consumato alcol durante il viaggio. È stata una decisione collegiale", spiega Hervé Renoux, il legale della scuola Notre-Dame-de-la-Providence, aggiungendo: "Questa punizione non è una sorpresa. L'esclusione definitiva dalla scuola in caso di consumo di alcolici è chiaramente indicata nel regolamento interno".

Se i genitori di Manon non contestano la necessità di punire la ragazza, ritengono tuttavia che la sanzione è sproporzionata. "Ciò che le è successo - osserva Maupillier - non è commisurabile alla violazione del coprifuoco. È una doppia punizione. Non solo le si attribuisce la colpa di quanto è successo, ma in più riceve una sanzione molto pesante". Da quel giorno, aggiunge, Manon è "molto turbata" ed è seguita da uno psicologo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.