Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A pochi giorni dall'8 marzo, Festa della donna, il presidente francese, François Hollande, rende omaggio ad Angela Merkel.

A una domanda sulle "grandi figure femminili" Hollande cita la cancelliera tedesca che "ha dovuto lottare per imporsi nel paesaggio politico tedesco" e "non è stata risparmiata in passato e tanto meno oggi".

"Sarà senza dubbio sorpresa dalla mia dichiarazione", puntualizza Hollande, aggiungendo: "Tutti sanno che condividiamo molti impegni per l'Europa ma non abbiamo la stessa sensibilità politica".

Il leader francese riceverà la Merkel domani all'Eliseo per fare il punto prima del vertice Ue-Turchia sui migranti in programma il 7 marzo a Bruxelles.

Tra le altre grandi figure femminili citate da Hollande, l'ex politica francese e prima presidente del Parlamento europeo, Simone Veil, e la prima ministra per i diritti delle donne, Yvette Roudy.

Nel corso dell'intervista realizzata a metà febbraio all'Eliseo, i giornalisti di Elle chiedono inoltre a Hollande chi tra le sue compagne - le due ex Ségolène Royal e Valérie Trierweiler o l'attuale Julie Gayet - lo abbia più "sensibilizzato alla situazione delle donne". Secca la risposta del presidente: "Concedetemi che uno può realizzarlo da sé". "La lotta femminista mi ha permesso di essere un padre migliore", puntualizza Hollande.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS