Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - I francesi dovranno lavorare due anni in più prima di andare in pensione e le persone a reddito alto dovranno pagare più contributi. Sono questi i punti principali del piano di riforma presentato oggi dal governo di Parigi, nel tentativo di risollevare il bilancio del welfare francese.
In base ai termini della riforma, che secondo diversi osservatori incontrerà una decisa resistenza da parte dei sindacati, l'eta minima per andare in pensione aumenterà gradualmente dagli attuali 60 anni per arrivare a 62 anni nel 2018, come ha dichiarato il ministro del Lavoro Eric Woerth, secondo il quale "lavorare più a lungo è inevitabile. Tutti i nostri partner europei l'hanno già fatto e noi non possiamo evitarlo".

SDA-ATS