Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - "Fino a quando sarò presidente della Repubblica, nessuno costruirà in una zona riconosciuta come a rischio". Lo ha dichiarato il presidente francese Nicolas Sarkozy, in visita nel dipartimento del Var, travolto la scorsa settimana da un'inondazione che ha provocato 23 vittime e ingenti danni materiali.
"Il mio messaggio è chiaro e senza ambiguità. Se la zona è pericolosa, in nome dello Stato bloccheremo la costruzione" ha proseguito Sarkozy. "Sono decenni che, nel nostro Paese - ha proseguito - si gioca con la vita di vittime potenziali facendo applicare regolamenti secondo certe modalità e non facendone applicare altri perché si riteneva che fossero in conflitto con determinate abitudini".
"Ve lo dico - ha concluso Sarkozy - non si costruirà più in zone pericolose, ed entro tre anni non ci sarà più un comune che non abbia un piano di prevenzione dei rischi, non ci sarà più alcun tipo di eccezione".

SDA-ATS