Navigation

Franco forte: 21 milioni per il traffico combinato

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 gennaio 2012 - 15:06
(Keystone-ATS)

Le quattro imprese ferroviarie attive nel traffico combinato transalpino, in difficoltà a causa della debolezza dell'euro, all'inizio del mese hanno hanno ricevuto dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT) altri 21 milioni di franchi del fondo per attenuare l'impatto del franco forte. Lo riferisce oggi lo stsso UFT.

Per ovviare agli effetti negativi dellla valutazione del franco, in autunno il Parlamento ha approvato un pacchetto di 870 milioni di franchi, di cui 28,5 milioni destinati ad un credito aggiuntivo per il traffico combinato transalpino. L'UFT ha quindi invitato BLS Cargo, FFS Cargo International, Crossrail e TX Logistik a presentare domanda per poi stabilire un indennizzo sulla base delle loro offerte. L'ammontare è stato determinato in funzione del numero effettivo di corse effettuate e delle perdite di ricavi dovute al cambio.

Facendo ricorso allo stesso pacchetto, in dicembre erano stati versati 11,2 milioni di franchi ad imprese ferroviarie, autolinee, impianti di trasporto a fune e società di navigazione operanti nel traffico viaggiatori regionale sovvenzionato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?