Navigation

Franco forte: BNS adotta nuove misure

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2011 - 10:02
(Keystone-ATS)

Dopo la parità raggiunta stanotte tra franco ed euro, la Banca nazionale svizzera (BNS) ha deciso oggi di intervenire nuovamente contro l'eccessivo apprezzamento della moneta elvetica innalzando le liquidità in franchi sul mercato monetario.

In particolare, la BNS ha innalzato i depositi a vista - conto giro - delle banche presso la BNS portandoli dagli attuali 80 miliardi di franchi a 120 miliardi. Al fine di accelerare l'espansione delle liquidità in franchi, l'istituto di emissione riprenderà le operazioni swap su divise, indica una nota odierna della BNS. Questo strumento, precisa la nota, "era stato utilizzato l'ultima volta nell'autunno 2008".

Per la BNS, l'eccessivo apprezzamento del franco "costituisce una minaccia per l'evoluzione dell'economia in Svizzera e accresce i rischi di un degrado della stabilità dei prezzi". L'istituto centrale continuerà a seguire con attenzione l'evoluzione dei cambi e dei mercati finanziari. Se necessario, adotterà provvedimenti supplementari contro il rafforzamento del franco, sottolinea il comunicato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?