Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mentre le società orientate al mercato interno restano confrontate a una domanda solida, quelle rivolte alle esportazioni - in particolare l'industria - sono sotto pressione a causa del calo della domanda e del vigore del franco. Stando a UBS, nella maggior parte dei settori le grandi aziende gestiscono generalmente meglio questa situazione rispetto alle PMI.

Per tutti e 17 gli indicatori esaminati, nell'industria le grandi imprese hanno presentato in media risultati migliori rispetto a quelle di piccole e medie dimensioni, rileva la banca nel suo barometro delle PMI pubblicato oggi. Un divario particolarmente marcato soprattutto nel portafoglio ordini dall'estero e per tutti le nuove commesse. Stranamente, tuttavia, sul fronte degli utili tra le due categorie non si riscontra quasi alcuna differenza.

Rispetto a inizio 2012, la situazione è migliorata sia per le une che per le altre, tuttavia le PMI sono partite da un livello più basso. Negli ultimi due mesi le grandi società sono progredite, mentre le altre sono rimaste allo stesso livello, affermano gli economisti di UBS.

Generalmente i servizi continuano a trarre profitto dalla domanda interna, sempre elevata. Ma anche qui sussistono differenze: tutti gli indicatori salgono, ad eccezione dei prezzi attesi per il trimestre in corso per le PMI. La maggior parte delle aziende prospetta un lieve calo dei prezzi. Nel settore dei servizi anche la differenza tra le due categorie di imprese è minore rispetto al settore industriale.

Sia nelle aziende edili sia negli studi di architettura e di ingegneria negli ultimi tre mesi la domanda è salita in entrambi i segmenti. Tuttavia, per la prima volta da un anno a questa parte le grandi imprese del settore prevedono nel terzo trimestre un livello troppo elevato di occupati. Il motivo potrebbero essere le aspettative sui prezzi più basse rispetto alle PMI.

Nel turismo, infine, gli effetti del franco forte continuano a farsi sentire fortemente, ma la situazione si è stabilizzata a un livello basso. Fa eccezione la domanda per le grandi imprese che dopo due trimestri in flessione è tornata per la prima volta a salire.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS