Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo del Liechtenstein ha adottato prime misure per far fronte agli effetti dell'invigorimento del franco svizzero sull'artigianato e l'industria del Principato. Il budget per "assegni per l'innovazione e l'esportazione" è stato raddoppiato a 300'000 franchi.

Questi assegni permettono di esaminare la fattibilità di progetti, anche sviluppando prototipi. Essi accrescono la concorrenzialità della piazza economica del Liechtenstein e hanno subito effetti percepibili, scrive il governo in un comunicato diffuso oggi, in cui ricorda che il 60% delle esportazioni finisce nell'Eurozona.

Se in ottobre il tasso di cambio dell'euro si situerà ancora sotto a 1,10 franchi, l'esecutivo intende inoltre rinviare di almeno un anno l'aumento della tassa sul consumo di elettricità da 1 a 1,5 centesimi per chilowattora, la cui introduzione era prevista per inizio 2016, se in ottobre il tasso di cambio dell'euro si situerà ancora sotto a 1,10 franchi. Il governo monitorerà attentamente l'evoluzione del corso e valuterà altre misure.

Il Liechtenstein ha adottato il franco svizzero nel 1924, sostituendolo alla corona austriaca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS