Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Franco forte incide anche sulle strutture extralberghiere

La soppressione della soglia minima di cambio con l'euro si fa sentire anche sulle strutture turistiche extralberghiere.

Il calo delle prenotazioni per l'imminente estate riguarda soprattutto le case di vacanza: ostelli della gioventù, campeggi e Bed & Breakfast si mostrano invece più ottimisti.

Un comunicato di "Parahôtellerie suisse" indica che dopo la decisione di gennaio della Banca nazionale svizzera, le prenotazioni di case di vacanza per l'estate sono scese in modo drastico, per poi risalire dopo Pasqua. Per il periodo maggio-ottobre sono attualmente del 9,5% inferiori ai livelli dello scorso anno, ma sull'intero esercizio la contrazione potrebbe ridursi al 5%, secondo valutazioni della società Interhome. Reka dal canto suo registra una flessione della domanda del 3%.

Per quanto riguarda ostelli, campeggi e Bed & Breakfast le prenotazioni da un anno all'altro non registrano grandi variazioni. La tipologia del cliente è però cambiata: la domanda da parte dei turisti europei è in calo e per questo motivo "ci rivolgiamo in modo ancora più mercato verso la clientela svizzera", ha fatto sapere il presidente di "Parahôtellerie suisse" Fredi Gmür, citato in un comunicato.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.