Navigation

Franco si indebolisce, euro sfiora 1,07 e scende a minimi da marzo

Il corso fra le due monete è da sempre osservato in modo speciale. KEYSTONE/AP/MARTIN MEISSNER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 maggio 2020 - 19:00
(Keystone-ATS)

Dopo essersi rafforzato per diverse settimane sulla scia della crisi del coronavirus il franco è in una fase di lieve indebolimento nei confronti dell'euro.

La moneta dell'Unione europea, che ancora stamane era scambiata a 1,06, è arrivata nel pomeriggio a sfiorare 1,07 franchi.

Il corso euro/franco ha toccato un massimo di giornata a 1,0698 prima delle 14.00 e si è mantenuto relativamente elevato anche delle ore successive. Per ritrovarlo a questi livelli bisogna risalire al 4 marzo, ben prima quindi delle misure di contenimento del Covid-19.

Stando agli operatori il rinnovato interesse per l'euro è oggi dovuto al programma di aiuto da 750 miliardi di euro proposto dalla Commissione europea, un intervento che diminuisce i rischi legati alla valuta continentale. Anche il dollaro si è peraltro rafforzato sul franco, salendo sino a 0,97 franchi.

Oggi il presidente della direzione della Banca nazionale svizzera Thomas Jordan si è detto pronto a intervenire anche con maggiore forza sui mercati valutari. E non ha escluso un ulteriore abbassamento del tasso d'interesse già negativo, pur ritenendolo al momento adeguato al -0,75%.

Per gli amanti della storia economica, l'euro (in circolazione monetaria effettiva dal 2002) ha toccato il suo massimo di sempre sul franco nel 2007 a 1,68 franchi. Il minimo (0,9652) risale al 15 gennaio 2015, quando la Banca nazionale svizzera abolì la soglia minima fissata in precedenza unilateralmente. In una prospettiva di lungo periodo sono variazioni tutto sommato contenute se si confronta l'evoluzione che il franco - nei suoi 170 anni di storia: è nato nel 1850 - ha avuto con altre valute.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.