Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non si arresta il movimento al ribasso del franco nei confronti dell'euro: dopo le 15 la quotazione della moneta UE è salita a oltre 1,24 franchi, un livello mai più toccato da inizio dicembre 2011. Il corso sta confermando una tendenza in atto da una settimana a questa parte e che ha portato l'euro ha sfondare dapprima quota 1,22 (venerdì) e poi 1,23 (ieri sera).

Si tratta in realtà di micro-variazioni, che possono però essere ritenute significative, considerato che per oltre un anno l'euro è rimasto praticamente incollato alla soglia minima di cambio di 1,20 fissata unilateralmente dalla Banca nazionale svizzera (BNS) il 6 settembre 2011. Le conseguenze si sono peraltro già fatte sentire in borsa, con acquisti segnalati sui titoli di aziende fortemente orientate all'esportazione.

Difficile prevedere però cosa riserva l'immediato futuro. Stando ad alcuni esperti di divise citati dall'agenzia finanziaria Awp vi è il potenziale per un ulteriore indebolimento del franco. Altri ritengono per contro che l'attuale fase non durerà a lungo.

La valuta dell'Eurozona si è rafforzata anche nei confronti del dollaro. Da parte sua il biglietto verde è salito in relazione alla moneta elvetica e sfiora ora 0,93 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS