Navigation

Franco si rafforza ancora, euro sotto 1,07, non succedeva da anni

Il franco al momento è ritenuto più sicuro dell'euro. KEYSTONE/AP/MARTIN MEISSNER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2020 - 11:30
(Keystone-ATS)

Il propagarsi del coronavirus in Cina mette in allarme i mercati finanziari, che si muovono alla ricerca di beni rifugio, come per esempio il franco: la moneta elvetica ha così segnato stamane un nuovo massimo pluriennale sull'euro.

Il corso della valuta europea è sceso sino a 1,0695, passando quindi sotto la soglia di 1,07: era dall'aprile 2017 che ciò non succedeva. Il dollaro per contro si difende bene sul franco, potendo talvolta anch'esso fungere da bene rifugio. Sale di valore pure l'oro, mentre scende fortemente il petrolio.

Per gli amanti della storia economica, l'euro (in circolazione monetaria effettiva dal 2002) ha toccato il suo massimo di sempre sul franco nel 2007 a 1,68 franchi. Il minimo (0,9652) risale al 15 gennaio 2015, quando la Banca nazionale svizzera abolì la soglia minima fissata in precedenza unilateralmente. In una prospettiva di lungo periodo sono variazioni tutto sommato contenute se si confronta l'evoluzione che il franco - nei suoi quasi 170 anni di storia, è nato nel 1850 - ha avuto con altre valute.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.