Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Anche noi speriamo che diminuisca il numero dei frontalieri" in Ticino: "ma non in seguito a contingenti, bensì grazie alla ripresa dell'economia lombarda": lo afferma l'ambasciatore italiano a Berna Cosimo Risi in dichiarazioni rilasciate alla "Schweiz am Sonntag", in cui prende posizione anche nei confronti delle critiche di chi sostiene che Roma non registra gli immigrati che arrivano sul suo territorio.

"Non vi è alcun altro paese così esposto ai flussi migratori", spiega Risi al domenicale. "Siamo in difficoltà, non vi sono dubbi". Ciò nonostante, "accogliamo tutti i profughi che chiedono asilo politico". È vero però che la gran parte dei nuovi arrivati non viene identificata? "Alcuni rifugiati lasciano i centri di accoglienza e continuano il viaggio, è vero. Non sono detenuti, non possiamo chiuderli in prigione", afferma il diplomatico. A suo avviso per far fronte al problema servono più mezzi e una distribuzione più equa dei richiedenti l'asilo fra i vari paesi europei.

Riguardo al voto elvetico del 9 febbraio scorso sull'immigrazione, Risi spiega che l'Italia "è disposta a trovare una soluzione". Per Roma "non vi è però alcun margine di manovra per nuove trattative in materia di libera circolazione: in questo siamo esattamente sulla linea dell'Ue".

Vertenza fiscale? Secondo Risi l'ostacolo maggiore per trovare una soluzione in questo campo, che comporti anche la regolarizzazione del passato, è dovuto al dibattito su un nuovo accordo di tassazione dei frontalieri, fortemente voluto dal Ticino. E in merito ai lavoratori italiani che ogni giorno attraversano il confine per operare in Svizzera, Risi sottolinea che arrivano perché sono assunti da imprese ticinesi e perché la politica fiscale del governo cantonale attira le ditte lombarde con tutti i loro dipendenti. Stando all'ambasciatore 63enne la speranza è quindi che migliorando la situazione economica in Lombardia il numero di frontalieri in Ticino diminuisca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS